Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

Trapianti

ARGOMENTI

Quali raccomandazioni si possono dare ai pazienti e ai loro familiari per affrontare il periodo post-trapianto? In altre parole, quali sono gli stili di vita da raccomandare a questi pazienti?

Risponde

Ematologo, Ospedale San Raffaele di Milano

Nei primi tre mesi dopo il trapianto autologo e durante tutta la terapia immunosoppressiva nel trapianto allogenico, è fondamentale limitare lo sviluppo di infezioni: lavarsi in modo accurato le mani, indossare la mascherina al di fuori dell’ambiente domestico e non frequentare luoghi affollati. Chi vive con il paziente dovrebbe, inoltre, sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale.