Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

Psiconcologia

Psiconcologia: Il paziente al centro della cura

Risponde

Professore ordinario di Psicologia clinica presso l’Università degli Studi di Torino e Direttore della Struttura complessa di Psicologia clinica e oncologica dell’AOU San Giovanni Battista di Torino

In tempi recenti l’attenzione della terapia oncologica si è spostata dalla mera sopravvivenza del paziente, elemento critico ma ormai controllabile nella gran parte delle patologie, alla qualità della vita, ovvero tutto quell’insieme di parametri che vanno dal senso di benessere al rapporto sociale percepito, alla spiritualità nelle fasi più avanzate della malattia. Lo psiconcologo deve, dunque, comprendere quali sono i bisogni del paziente non soddisfatti nella patologia, analizzando anche il punto di vista in proposito dei parenti, dei medici e degli infermieri, per delineare un panorama più articolato e vissuto da più punti vista.