Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

linfoma a cellule mantellari #MCL

ARGOMENTI

Linfoma a Cellule Mantellari: Che tipo di follow-up si segue dopo il trattamento?

Risponde

Dirigente medico di I livello presso la SC di Ematologia dell'AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

Il follow-up cambia a seconda delle patologie e, in particolare nel linfoma mantellare, cambia in base al paziente stesso, alla sua età e ai trattamenti eseguiti. Nel caso di pazienti giovani che hanno effettuato terapie endovenose ad alte dosi con trapianto è poi importante fare controlli (TAC, PET, visite ed esami del sangue) per valutare l’efficacia della cura. Esistono poi casi particolari per i quali vengono proposti protocolli sperimentali ai pazienti: tramite prelievi del sangue o tramite aspirato midollare si valuta la malattia minima residua, controllando se la memoria della malattia è scomparsa e se quindi il paziente è effettivamente guarito.