Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

leucemia linfatica cronica #CLL

Leucemia Linfatica Cronica: Quali sono le variabili che influenzano la maggiore o minore aggressività della malattia?

Risponde

Direttore del Dipartimento di Ematologia e Oncologia dell’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro

Le variabili che influenzano una differente aggressività della leucemia linfatica cronica sono per prima cosa le variabili cliniche di presentazione. Circa un terzo dei pazienti presenta sintomi legati all’insufficienza midollare o all’aumento del volume dei linfonodi, mentre i due terzi dei pazienti risultano asintomatici. Sono proprio questi pazienti che poi avranno una prognosi particolarmente favorevole.