Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

leucemia linfatica cronica #CLL

Leucemia Linfatica Cronica: Al momento della diagnosi il paziente presenta dei sintomi?

Risponde

Direttore della S.C. di Ematologia dell’Ospedale S. Croce di Cuneo e responsabile del Laboratorio di Ematologia Oncologica del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Biotecnologie Molecolari dell’Università di Torino

Non sempre il paziente con Leucemia Linfatica Cronica manifesta sintomi. Nel 30% dei casi è il paziente a recarsi dal medico lamentando sintomi quali rigonfiamento delle ghiandole, sensazione di eccessiva stanchezza o aumento della facilità ad ammalarsi. Nel restante 70% dei casi, invece, i pazienti non presentano sintomi, sono asintomatici, e scoprono casualmente di essere affetti da Leucemia Linfatica Cronica in seguito a esami di controllo. Compito del medico è quindi quello di seguire attentamente quel 70% dei pazienti asintomatici, in modo da iniziare tempestivamente il trattamento quando essi iniziano a manifestare i primi sintomi.