Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

Lesioni cutanee e Leucemia Mieloide Acuta

Contenuti a cura del
Articolo pubblicato il 23 Luglio 2019
Lesioni cutanee nella leucemia mieloide acuta
»

I pazienti affetti da AML con leucemia cutanea (LC) possono richiedere trattamenti più intensivi e un monitoraggio della loro malattia leucemica. A sostenerlo è un recente studio pubblicato su JAMA Dermatology, secondo il quale i pazienti che presentano queste lesioni potrebbero avere bisogno di un monitoraggio e un trattamento più aggressivi.  

 

Secondo Milan J. Anadkat, professore associato di dermatologia alla Washington University School of Medicine di St. Louis, Missouri, coautore dello studio, sebbene vi fossero indicazioni in letteratura che indicassero questo legame sfavorevole, i risultati delle indagini precedenti risultavano equivoci e poco chiari.

 

Questo studio retrospettivo di coorte comparato comprendeva 1.683 pazienti con AML che avevano ricevuto una diagnosi tra il 1 gennaio 2005 e il 1 aprile 2017, con e senza LC confermata tramite biopsia, visitati in un unico centro, un ospedale di riferimento terziario di St. Louis, Missuri. In totale sono stati esaminati 1.683 pazienti, inclusi 78 pazienti con AML che presentavano LC confermata tramite biopsia e 1.605 pazienti con AML senza LC. Un totale di 62 pazienti con AML e LC (età media [SD], 58,2 [11,7] anni, 33 [53,2%] maschi) sono stati abbinati in un rapporto 1: 3 a 186 pazienti con AML senza LC (media [SD] età, 58,2 [13,5] anni, 103 [55,4%] maschi).

 

Il tasso di sopravvivenza a 5 anni osservato è stato dell'8,6% tra i 62 pazienti con AML che presentavano lesioni rispetto al 28,3% tra i 186 pazienti con AML senza. Secondo quando riporta lo studio, i ricercatori hanno osservato sia una minore sopravvivenza globale sia una minore sopravvivenza associata alla malattia.

 

«Il messaggio più importante dello studio è che questi sottoinsiemi di leucemie (con lesioni, ndr) si comportano diversamente dalle altre e che le attuali opzioni di trattamento non sono sufficienti per i pazienti che ne soffrono», ha commentato Andkat. «Saranno necessari altri studi per comprendere i meccanismi biologici dietro l'infiltrazione leucemica della pelle e la sua associazione con la sopravvivenza del paziente, nonché per determinare le strategie di trattamento più adatte in questi casi».

Fonti e Bibliografia:

Wang CX, Pusic I, Anadkat MJ. Association of Leukemia Cutis With Survival in Acute Myeloid Leukemia, JAMA Dermatol. 2019 Apr 10. doi: 10.1001/jamadermatol.2019.0052 (ABSTRACT).