Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

Il senso del cancro per l’herpes zoster

Contenuti a cura del
Articolo pubblicato il 13 Maggio 2019
Un paziente colpito da herpes zoster
»

Le persone a cui è stato da poco diagnosticato un cancro, in particolar modo un tumore del sangue, e i pazienti che hanno subito una chemioterapia hanno un maggiore rischio di sviluppare l’herpes zoster. A sostenerlo è uno studio della University of New South Wales, in Australia, pubblicato su Journal of Infectous Diseases.

 

L’herpes zoster è causato dalla riattivazione del virus della varicella zoster che rimane latente nel corpo dopo l’infezione. Questa riattivazione avviene in concomitanza di periodi di abbassamento delle difese immunitarie, ed è più comune in soggetti immunocompromessi. In questi pazienti, ricordano in un editoriale di accompagnamento Kosuke Kawai, del Boston Children's Hospital e Barbara Yawn della Harvard Medical School, la disseminazione cutanea e viscerale del virus può portare a gravi conseguenze.

 

I pazienti oncologici sembrerebbero, dunque, soggetti particolarmente a rischio, ma fino a questo momento nessuno studio aveva ancora approfondito questo legame. Per verificare una simile ipotesi, gli scienziati hanno condotto uno studio prospettico sui dati di oltre 240.000 adulti residenti in Australia nel periodo dal 2006 al 2015. I ricercatori hanno scoperto che i pazienti con tumori del sangue e tumori di organi solidi avevano rischi più elevati di fuoco di Sant'Antonio rispetto a pazienti che senza alcun tumore. Nel primo caso, il rischio è risultato essere tre volte più elevato.

 

Secondo la ricerca, i periodi più a rischio erano i due anni precedenti la diagnosi e il periodo di trattamento chemioterapico. Per i pazienti con tumori che riguardano organi solidi, l'aumento del rischio di herpes zoster è stato associato alla chemioterapia piuttosto che al cancro stesso.

Nel complesso, i ricercatori hanno individuato un aumento del 40 per cento del rischio di sviluppare un herpes zoster nei pazienti con una diagnosi di tumore rispetto al rischio dei soggetti senza cancro.

Fonti e Bibliografia:

Qian J, Heywood AE, Karki S, et al. Risk of Herpes Zoster Prior to and Following Cancer Diagnosis and Treatment: A Population-Based Prospective Cohort Study. The Journal of Infectious Diseases, 2018; jiy625: 1-9. doi: 10.1093/infdis/jiy625.

Kawai K, Yawn BP. Risk of Herpes Zoster in Cancer Patients and the Promise of New Vaccines. The Journal of Infectious Diseases, 2018; jiy626: 1-2. doi: 10.1093/infdis/jiy626.