Stai per lasciare il sito web LMCome di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag SpA non è responsabile dell 'attendibilità o correttezza dei contenuti del sito web a cui ti porterà il link né sarà più applicabile la Privacy Policy di questo sito.

Clicca sul link per continuare.

MALATTIE EMATOLOGICHE

La ricerca sui tumori del sangue
sta percorrendo nuove strade.

Unisciti a noi !

I tumori del sangue sono silenziosi.

Silenziosi, certo, perché sono malattie invisibili e di cui si parla poco. Sui tumori del sangue – le leucemie, il mieloma i linfomi - non abbiamo la stessa consapevolezza che esiste per altri tumori per i quali, grazie a numerosi progetti di prevenzione e di informazione, è aumentata la consapevolezza della malattia, dei progressi medici ad essa correlati, e ha permesso di creare reti di supporto sociale.





I tumori del sangue, invece, rimangono ancora oggi poco conosciuti, poco discussi, associati ad un certo grado di rassegnazione da parte di chi ne è toccato, e quando diagnosticati trovano i pazienti impreparati.

Se domani noi o i nostri familiari dovessimo affrontarne uno, ci sentiremmo smarriti e soli, perché se ne parla ancora poco.

Se combattere un tumore è sempre drammatico, affrontare un tumore del sangue lo è ancora di più proprio per il senso di smarrimento e solitudine che può causare.

Una campagna per condividere i percorsi della ricerca

Eppure, la buona notizia c’è, ed è che la ricerca scientifica è molto attiva, sta aprendo nuove strade sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico, offrendo già da ora una prospettiva di vita più lunga e qualitativamente migliore rispetto al passato.

Lo vogliamo dire con forza e orgoglio e vogliamo condividerlo.

Perché se la salute è un diritto di tutti, la malattia non riguarda solo chi ce l’ha, ma ognuno di noi. Solo così si diffonde la conoscenza e la consapevolezza. Solo così, se toccherà a noi, saremo più preparati e meno soli. È anche per questo che, grazie allo sforzo di tanti, in piena emergenza COVID-19 siamo riusciti a essere vicini ai pazienti con tumori del sangue e alle loro famiglie, continuando ad assicurare le cure necessarie dentro e fuori gli ospedali.

Stiamo percorrendo nuove strade. Unisciti a noi!

Avremmo voluto portare il nostro messaggio in tutte le piazze italiane ma non è questo il periodo giusto.

Possiamo, però, partecipare tutti ugualmente, e rilanciare il messaggio usando il filtro Instagram creato per l’iniziativa. Ci trasporterà in diversi luoghi italiani, per condividere i percorsi della ricerca e camminare idealmente al fianco di chi combatte contro queste malattie.

Vai sulla nostra pagina IG @lmcome, usa il filtro, posta i tuoi contenuti con l’hashtag #percorriamonuovestrade

Sergio Amadori, Presidente AIL (Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma) Nazionale, spiega il significato dell’iniziativa “Stiamo percorrendo nuove strade”, il cui obiettivo principale è quello di sostenere la ricerca scientifica nel campo dei tumori del sangue

 

L’Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma (AIL), come ci ricorda il suo presidente Sergio Amadori, Presidente AIL Nazionale, in questa intervista, da oltre 50 anni si occupa di sostenere la ricerca e fornire servizi ai pazienti affetti da tumori del sangue e alle loro famiglie. Tra i numerosi servizi forniti da AIL grazie in particolare ai suoi 20.000 volontari, Amadori cita l’assistenza domiciliare, le case alloggio e i trasporti verso i centri di cura. Lo scopo principale di AIL è agire per migliorare «la qualità di vita di pazienti e familiari».

 

«Da oltre 30 anni siamo impegnati nella ricerca ematologica per trovare nuove soluzioni per questi tipi di malattie e per portare a questi malati delle speranze», spiega Massimo Scaccabarozzi, presidente e amministratore delegato di Janssen Italia in questa intervista. Con la campagna di sensibilizzazione “Stiamo percorrendo nuove strade”, patrocinata da AIL, Janssen vuole essere vicina ai pazienti, fornendo loro informazioni e servizi utili.

 

Conferenza stampa Tumori del sangue "Stiamo percorrendo nuove strade"

Settembre è il mese dei tumori ematologici, la campagna di Janssen “Stiamo percorrendo nuove strade”, patrocinata da AIL (Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma) si pone l’obiettivo di far conoscere le malattie oncoematologiche, portare l’attenzione sui bisogni delle persone e sui caregiver e sostenere la ricerca medico-scientifica per ottenere delle cure più efficaci e possibilmente risolutive. Ce ne parlano in questa conferenza stampa: Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Janssen Italia; Sergio Amadori, Presidente AIL Nazionale; Senatrice Paola Boldrini, Vicepresidente Commissione Igiene e Sanità al Senato della Repubblica; Paolo Corradini, SIE Presidente della società Italiana di ematologia; Moderatrice Annalisa Manduca, giornalista RAI.

Campagna con il patrocinio di AIL